L’omaggio di Bonn al genio di Beethoven

Ludwig van Beethoven è probabilmente il figlio più illustre della città di Bonn: è qui che il compositore nacque nel 1770 e passò la prima infanzia, prima di partire per la corte viennese. La sua casa è oggi un museo, arredato con la mobilia originale e con ricordi e oggetti quotidiani della famiglia Beethoven, e funge anche da centro di ricerca (dove 26 accademici si dedicano allo studio della vita e del lavoro del compositore) e sala di musica per concerti del grande pianista (www.beethoven-haus-bonn.de/sixcms/detail.php//portal_en); sala da concerti, sede del famoso Beethoven Festival e della Beethoven Orchestra, a Bonn, è la Beethovenhalle (www.beethovenhalle.de), con un eccellente calendario concertistico. Prima o dopo gli spettacoli ci si può trovare all'Em Hoettche, la locanda più antica di Bonn (1389) - dove il giovane Beethoven, a suo tempo, danzava con il primo amore Barbe Koch - per provare la cucina renana, accompagnata da una buona koelsch, la birra della regione (www.em-hoettche.de). Con Germanwings, www.germanwings.com, tel. 199 25701, Bonn si raggiunge da Milano, Roma, Bologna, Verona e Lamezia Terme con tariffe a partire da 27,99 euro. Sul sito della compagnia aerea si trovano inoltre vantaggiose offerte per soggiorni in hotel, noleggio auto e altri servizi nelle città di destinazione.