L’ombra del doping a Vienna coinvolge Menchov e Rasmussen

Nuove ombre sul ciclismo. Dopo il caos spagnolo dell’Operacion Puerto, anche il laboratorio Humanplasma di Vienna è finito nel mirino della Wada, l’agenzia mondiale antidoping. Secondo la tv tedesca ARD, sarebbero circa 30 gli sportivi che si sarebbero rivolti al centro per pratiche considerate dopanti. Tra questi, anche tre ciclisti un tempo compagni nel team olandese della Rabobank e accusati di aver lasciato sacche di sangue nel laboratorio: Michael Rasmussen (invitato a lasciare il Tour de France lo scorso anno per aver mentito sulla sua presenza in Messico durante la preparazione), Michael Boogerd (ora ritirato) e il russo Denis Menchov, vincitore della Vuelta nel 2005 e nel 2007 e considerato uno dei favoriti per il Giro d’Italia 2008.