L’ombra di Hiddink sulla Juve. Ma vale la pena?

Con l’ombra di Guus Hiddink che incombe alle sue spalle, Ferrara ritroverà la Juve al completo domani pomeriggio a Vinovo. Ieri, i bianconeri hanno giocato a Jeddah (ingaggio di 1,5 milione di euro) contro l’Al Ittihad: 2-2 il punteggio finale (reti di Khariri, Giovinco, Poulsen e Aissa: buona prova di Del Piero, incerto Manninger). A Torino hanno invece lavorato ieri e lavoreranno anche oggi coloro i quali non hanno preso parte alla trasferta araba: i reduci da infortunio Buffon, Chiellini, Zebina, Salihamidzic, Iaquinta e Camoranesi, più i sudamericani Caceres, Felipe Melo e Diego. Domani, probabile discorso alla squadra di Blanc e Bettega: si chiederà massima disponibilità e impegno totale per invertire la rotta. Ferrara resta appeso a un filo: se fallirà contro Parma (6 gennaio) e Milan (10 gennaio), spazio con ogni probabilità a Hiddink. Il quale è al momento al caldo del Kenya: in attesa di sviluppi.