L’omicida delle squillo ne fa fuori altre tre

Maurizio Minghella, 44 anni, il killer delle prostitute, condannato all’ergastolo per quattro omicidi, durante la semilibertà ne ha uccise altre tre. Ma secondo la polizia i delitti potrebbero essere stati addirittura nove. L’assassino genovese, che colpiva solitamente nella zona di Torino e hinterland, venne arrestato l’ultima volta nel marzo del 2001, perché sospettato di aver rapinato ad Alpignano una giovane lucciola albanese. Il primo omicidio risaliva al 1996. L’ultima vittima fu una ragazza moldava, Tina Motoc, uccisa nel febbraio del 2001.