Al via l’Opa Enel su Endesa

da Milano

Verrà lanciata entro la fine di luglio e terminerà a fine settembre. L’Opa di Enel e Acciona su Endesa, ricevuta anche l’ultima autorizzazione necessaria, è ormai in dirittura d’arrivo. Il via libera al prospetto d’offerta da parte della Cnmv, la Consob spagnola, rappresenta infatti l’ultima autorizzazione necessaria per il varo dell’offerta sul 100% delle azioni del primo gruppo elettrico spagnolo al prezzo di 40,16 euro per azione in contanti. Enel ed Acciona controllano già il 46,01% di Endesa e quindi, di fatto, l’operazione riguarderà il 53,99% della società. Basterà però un’adesione pari all 3,99% per il perfezionamento dell’offerta, visto che l’Opa è condizionata al raggiungimento di almeno il 50% più un’azione del capitale di Endesa.
L’ok della Cnmv fa così decorrere i cinque giorni lavorativi di tempo entro cui la cordata italo-spagnola deve lanciare l’offerta, che durerà due mesi per concludersi a fine settembre. Nei primi giorni di agosto si riunirà il cda di Endesa per esprimere un giudizio nei confronti dell’offerta (e difficilmente sarà negativo) e a convocare un’assemblea straordinaria entro la scadenza del termine dell’offerta. I soci voteranno per la modifica degli articoli dello statuto che limitano il diritto di voto in assemblea al 10%. Come anticipato dalla stampa iberica, Endesa sembra intenzionata a versare un dividendo straordinario di 0,15 euro ad azione per i soci presenti in assemblea con una mossa che a Enel, con una partecipazione del 24,9%, frutterebbe poco meno di 40 milioni di euro.