L’Open femminile con la golfista trans

Roma. L’Open d’Italia femminile è diventato maggiorenne. La diciottesima edizione prende il via oggi allo Sheraton Golf Parco de’ Medici, con 126 giocatrici in gara e terminerà domenica dopo 72 buche regolamentari. Al Bmw Ladies Italian Open sono attese le 19 italiane, che si presentano al via con giocatrici di ottimo livello. Le proette nostrane sono reduci dalla trasferta austriaca dove Federica Piovano ha colto il suo primo successo da pro. A sorpresa si è iscritta Giulia Sergas, venticinquenne triestina, impegnata da quattro stagioni nel circuito professionistico americano. Sarà lei una delle giocatrici da seguire anche perché è lontana dai nostri campi da tre anni. Un grande interesse anche per Diana Luna, quinta al Parco di Roma e vincitrice del Tenerife Ladies Open nel 2004, sul cui capo pende, però, la spada di Damocle di una forte infiammazione ai nervi della spalla. Grande attesa per una possibile zampata di Veronica Zorzi, Tullia Calzavara, Margherita Rigon, Sophie Sandolo e Barbara Paruscio, le nostre giocatrici più in forma. Avranno di fronte 26 delle prime 30 giocatrici, compresa la numero uno, la danese Iben Tinning. Per i più curiosi, ci sarà Miane Bagger, la giocatrice transessuale che ha suscitato grande scalpore quando è entrata nel Ladies European Tour.