L’opposizione compri una cartina

Volete fare un’opera di bene all’opposizione di Palazzo Marino? Regalategli una piantina stradale di Milano. Sì, ai consiglieri comunali Pd, Prc e dintorni occorre una mappa con evidenziati i luoghi della città.
Altrimenti? Be’, Patrizia Quartieri (Prc) e Pierfrancesco Majorino (Pd) non saprebbero mai che il Lido di Milano non è il Palalido di Milano ovvero che il primo è al civico 15 di piazzale Lotto e il secondo è al numero 1 di piazza Carlo Stuparich.
Dettaglio che, evidentemente, non interessa al duo «Quartiani and Majorino» quando mette nel mirino l’assessore Mariolina Moioli colpevole, secondo loro, di aver invitato «educatrici degli asili, bambini e loro famiglie a partecipare alla Festa dei nonni che, guarda caso, si svolge nello stesso luogo e in contemporanea con la Festa del Pdl». E giù col j’accuse della «strumentalizzazione», l’invito al sindaco Letizia Moratti di presentare «scuse» ufficiali a nonni e famiglie e perfino «il ricorso al voto segreto in aula per chiedere un’opinione sull’assessore». Peccato però che la festa Pdl si svolga al Lido e non al Palalido. Errore toponomastico che suggerisce dunque la necessità di dotarsi di una cartina stradale. Ma, soprattutto, di conoscere la città prima di sparlarne.