L’opposizione mette sotto assedio il Parlamento

Bangkok. A Bangkok gruppi filo-monarchici hanno organizzato un vero e proprio assedio davanti al Parlamento degenerato in scontri violenti con la polizia; è morto un manifestante e ci sono almeno 278 feriti. Un uomo è poi deceduto nell’esplosione di un’automobile su cui si indaga ancora. Nonostante la gravità della situazione, il premier Somchai Wongsawat, cognato dell’ex premier in esilio Thaksin Shinawatra, eletto dal Parlamento appena tre settimane fa, si è rifiutato di proclamare lo stato d’emergenza e ha escluso la possibilità di dimettersi. Le manifestazioni sono iniziate l’altro ieri per cercare di impedire a Somchai di presentare il suo programma di governo.