L’opposizione del Pdl soffia alla Bresso pure i sindacati «rossi»

L’opposizione di centrodestra al Consiglio regionale del Piemonte straccia la presidente Mercedes Bresso. E su quello che dovrebbe essere il suo terreno, visto che su iniziativa del capogruppo di Forza Italia, Angelo Burzi, si sono riunite attorno a un tavolo per discutere della crisi tutte le categorie produttive, inclusi Cna, Cgil e Confesercenti, sigle tradizionalmente «rosse». Pare che la presidente non l’abbia presa benissimo. Anche perché proprio lei, nelle ultime settimane, ha liquidato le numerose richieste arrivate dal mondo produttivo piemontese con dei secchi «non si può fare di più». «Comprendiamo – dice il capogruppo di Fi, Burzi – che la presidente avrebbe preferito che da parte dell’opposizione si fosse scelta la strada dell’ostruzionismo. Avrebbe dato a lei e alla scompaginata maggioranza che la sorregge il pretesto per denunciare l’irresponsabilità della minoranza. Invece abbiamo elaborato una serie di proposte concrete».