È l’ora dell’ex: Cassano in campo contro la Roma Si ferma Gastaldello: difesa in emergenza

Walter Mazzarri non ha nemmeno il tempo di cullarsi il primo successo della stagione contro il Bologna: domani sera la Sampdoria sarà nuovamente in campo e di fronte ci sarà la Roma (l'arbitro sarà Tagliavento). Roma in crisi d'accordo, ma questo preoccupa ancora di più il tecnico che, disputando anche la coppa, non può nemmeno permettersi un ampio turn over. L'amministratore delegato Beppe Marotta sostiene che le vittorie portano morale, ma, si può aggiungere, purtroppo non cancellano gli infortuni. Oltre ai lungodegenti Campagnaro e Palombo ieri si è fermato anche Gastaldello per una botta al ginocchio. Le sue condizioni saranno valutate oggi ma l'impressione è che per il difensore sia arrivato il momento di rifiatare. Domani dal primo minuto partirà Lucchini, con Accardi centrale e Bottinelli, chiamato agli straordinari, a sinistra.
Difesa in emergenza, quindi, anche se la vittoria contro il Bologna ha certamente portato serenità ad una squadra che fino ad ora era stata impeccabile solo in coppa. Poi, a dare allegria all'ambiente, c'è anche Antonio Cassano che, da quando è tornato in Italia, non era ancora riuscito a sfidare in campionato la «sua» Roma all'Olimpico. Lo scorso anno infatti il giallo con la Fiorentina, con pianto in campo, lo obbligarono a saltare il match per squalifica. Una storia travagliata, quella del numero 99 con il club di Sensi: nel 2001 Cassano è in cima alla lista dei desideri. La Roma, fresca di scudetto, se ne aggiudica il cartellino per 60 miliardi dopo un lungo tira e molla con la Juventus. Con la maglia giallorossa segna 38 reti in Serie A in quattro anni e mezzo, poi arriva il rifiuto alla Under 21 a causa del rapporto conflittuale con l'allenatore Gentile. In scadenza di contratto, Cassano rifiuterà la proposta di rinnovo a 4,5 milioni annui. Tra cassanate e contrasti con l'ex amico Francesco Totti il fantasista di Barivecchia decide così di lasciare la Roma e trasferirsi al Real. Domani per la prima volta tornerà all'Olimpico e non mancheranno nemmeno i fischi dei tifosi giallorossi anche se per il nuovo Cassano, autore anche contro il Bologna di uno splendido assist per Bellucci, non sembra un problema. Il problema sarà la crisi della Roma, già da domenica nel ritiro di Trigoria dopo la sconfitta contro l'Udinese. Insomma, anche questa volta per Mazzarri non sarà facile.