L’ora di religione è la nostra cultura

L’ora di religione cattolica nelle scuole «non è assolutamente un’ora di catechismo ma un’opportunità di conoscenza di un fatto che ha una valenza anche culturale». È stata questa la difesa dell’arcivescovo di Genova e presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, per l’ora di religione. Il discorso del cardinale è stato pronunciato a margine del convegno sulla pastorale scolastica organizzato dalla diocesi di Genova. «La religione cattolica - ha aggiunto il cardinal Bagnasco - è l’alveo che ha ispirato la cultura e la storia del nostro popolo, in Italia ed in Europa». Per questo, ha aggiunto, «conoscere il fatto della religione cattolica e del cristianesimo, significa avere una chiave di interpretazione per orientarsi e comprendere meglio l’ambiente culturale, sociale e storico in cui uno vive». «Nel 2009 - sottolinea una nota della presidenza Cei - l’insegnamento della religione cattolica è stato scelto dal 91% delle famiglie e degli alunni della scuola pubblica».