L’Orchestra Verdi per l’Abruzzo Domani concerto straordinario

L’Orchestra Verdi è vicina all’Abruzzo. E in particolare, o meglio per affinità elettive, alle istituzioni che si occupano di cultura e di musica. A queste istituzioni è dedicato il concerto straordinario di domani (ore 16), all’Auditorium Cariplo. Un omaggio ideale, ma anche di fatto, considerato che il ricavato (biglietti a euro 20) è devoluto interamente a questa regione travagliata. Sul podio, Ruben Jais che ha scelto un programma classicissimo, fra Mozart e Haydn. Apre la Haffner, fra le ultime sei Sinfonie del compositore. Così come è dell’ultimo Mozart il Concerto per clarinetto: gioiello nel suo genere, omaggio a uno strumento dal suono intenso e dalle tinte ambrate, particolarmente caro al musicista. Chiude la Sinfonia di Haydn, conosciuta anche come la terza londinese. Solista del concerto di Mozart è Raffaella Ciapponi, al primo leggio della Verdi dal 1993. Vecchia conoscenza della Verdi anche Ruben Jais che iniziò a collaborare con il coro dalla sua fondazione nel 1998. Ora è direttore residente dell'orchestra con la quale ha condiviso anche iniziative particolari come il ciclo di Storia in Musica, Crescendo in Musica, nonché il ciclo delle Cantate Profane di J. S. Bach. Concerto straordinario, più quelli di prammatica del giovedì e venerdì, proiettano Coro e Orchestra Verdi verso l’appuntamento di giovedì prossimo in Vaticano, alla presenza del presidente della Repubblica e di Papa Benedetto XVI. Anche una vetrina per il nuovo direttore musicale del complesso, la cinese Xian Zhang.