L’ordine dei giornalisti ricorda Matteo Bonetti scomparso a 24 anni

L’Ordine dei giornalisti ha ricordato Matteo Bonetti, il giovane giornalista romano scomparso all’improvviso lo scorso 25 settembre, a 24 anni mentre si trovava a Zara.
Alla presenza di Bruno Tucci e Gino Falleri, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’Ordine regionale del Lazio e del Molise, e di Enzo Iacopino, segretario nazionale dell’Ordine dei giornalisti, nella sede regionale di piazza della Torretta a Roma si è svolta la cerimonia di consegna del tesserino da giornalista pubblicista che Matteo non aveva fatto in tempo a ritirare. Il documento è stato consegnato affettuosamente da Tucci ai genitori Almerico e Clarita e alla fidanzata Bianca.
Alla consegna erano presenti anche gli amici e i colleghi dell’agenzia di stampa «Inedita», dove Matteo lavorava da anni. «Sono contento - ha detto a margine della cerimonia il padre di Bonetti - che, anche a posteriori, sia stata riconosciuta quella voglia di fare che Matteo aveva e che sia stata ricordata e premiata calorosamente la passione che metteva nel giornalismo come nella vita. All’Ordine dei giornalisti va il nostro sentito ringraziamento, con la certezza in futuro di poter avviare una collaborazione tra l’Odg e la imminente associazione onlus intitolata a Matteo, che stiamo con impegno costruendo giorno per giorno».