L’ordine di Spalletti: «Ripartire da Parma»

Il tecnico giallorosso fa pace con Panucci: «Ma i panni sporchi vanno tirati fuori»

«È tutto chiarito anche se credo che Christian abbia usato un’espressione poco appropriata parlando di panni sporchi. Perché se si tratta di panni sporchi, a volte è bene tirarli fuori e stenderli fuori sennò fanno la muffa». Luciano Spalletti, alla vigilia di un match diventato delicato come quello di oggi a Parma, chiude così la polemica con Panucci e, spera lui, anche i tredici giorni che hanno cambiato, se non la stagione, sicuramente l’umore dalle parti di Trigoria.
Oggi a Parma di deve ripartire dal gioco e, soprattutto, dai tre punti. «Loro sono in un buon momento - ha messo le mani avanti Spalletti -. Hanno perso con l’Udinese all’ultimo, dopo aver giocato un’ottima gara, hanno buon equilibrio e noi dobbiamo ripartire, i ragazzi lo sanno». Scavalcata come visto la vicenda Panucci (che per oggi «parte alla pari con gli altri compagni»), il tecnico di Certaldo analizza l’altra questione spinosa, quella di Mancini: «Stiamo facendo bene in generale, non si può far riferimento all’inizio campionato di Mancini. Sì, qualcuno, a volte, avrebbe potuto dare di più, non solo lui. Però vi dico che Mancini sta facendo il suo, doveva riprendere un po’ di condizione e per noi è un giocatore importante: secondo me sta dando un buon contributo a quello che è il nostro campionato finora. Un campionato che, per me, non è cosi disastroso». Poi, dopo aver ammesso d’essere sotto esame («se ho commesso degli errori ormai vanno dimenticati, quello che conta è il futuro. Mi impegnerò più di prima per farne di meno»), Spalletti ha analizzato il momento-no del suo undici: «È chiaro che quando la squadra fa bene e non riesce a fare risultato si è dispiaciuti, non infastiditi. Bisogna essere obiettivi: in alcune di queste ultime partite, nonostante la vittoria non sia arrivata, abbiamo giocato bene. Suvvia, non bisogna creare tensioni che poi possano disturbare e danneggiare quello che è il modo di interpretare le cose. Dobbiamo essere convinti delle cose che sappiamo fare e continuare per la nostra strada, nonostante quello che si dice fuori». Arbitrerà il match il livornese Luca Banti, che è al debutto con la Roma e che ha diretto una sola volta il Parma, che perse quel match. Dettaglio, questo, utile per il morale.