«L’orgia a sfondo nazista? Mosley nostro cliente abituale»

Parla una prostituta presente: «Le telecamere le ha volute lui»

da Londra
Nuovo affondo del News of the World: all'azione legale intentata da Max Mosley, il domenicale britannico risponde con un'intervista ad una delle prostitute dell'orgia sadomaso in stile nazista organizzata dal numero uno della Fia. Ennesima domenica bestiale, dunque, per il presidente della federazione automobilistica mondiale, sotto assedio per le sempre più numerose richieste di dimissioni. «Oggi mostriamo Mosley come un bugiardo e un pervertito», titola il tabloid riproponendo tutte le immagine che hanno fatto il giro del mondo nel corso dell'ultima settimana. La donna, di cui non viene rivelata l'identità, racconta dettagli inediti dell'incontro a luci rossi con il presidente Mosley, un «cliente abituale». «Nessuno spende quel denaro senza dire cosa si aspetta esattamente. Non dice: “Ecco i soldi, fate quello che volete”. Max sapeva che l'orgia sarebbe stata a sfondo nazista perché lo ha voluto lui, ci aveva avvertito che sarebbe stata usata soprattutto la lingua tedesca e che non avremmo capito i dialoghi», ha spiegato la donna, aggiungendo che è stato lo stesso Mosley a posizionare la telecamera per riprendere le sue performance sessuali. «Mosley ha filmato tutto per potersi gustare il video. Gli piace fare così. E non era la prima volta che ci ingaggiava per soddisfare le sue voglie».
La testimonianza della donna segue di qualche giorno la denuncia presentata da Mosley ai danni del domenicale per la violazione della privacy, chiedendo un risarcimento per «danni illimitati». Una mossa sconsigliatagli dall'amico Bernie Ecclestone che evidentemente aveva previsto il contrattacco del domenicale. Puntualmente arrivato. «Max è un bugiardo. Adesso sta solo cercando di nascondere la verità, ma chiunque abbia un po’ di cervello si rende conto di come siano andate veramente le cose», afferma la 40enne, che assicura di conoscere l'illustre cliente ormai da tempo. «Lui chiede i nostri servizi 3 o 4 volte ogni anno. Accade soprattutto a Londra, in piccoli appartamenti che vengono affittati come camere di tortura. Il tema non è sempre stato nazista: qualche volta abbiamo inscenato un processo che poteva durare fino a 5 ore». L'orgia in questione risale allo scorso venerdì 28 marzo, quando Mosley, 67 anni, si è intrattenuto con cinque prostitute in un appartamento di Chelsea (Londra). Una recita da copione non priva di momenti involontariamente comici. «In alcune situazioni abbiamo faticato a trattenere le risate», ha spiegato la prostituta alludendo alle defaillances del 67enne Mosley nel corso delle cinque ore di giochi sadomaso.