L’oro frena, il greggio vola

Primo stop per l’oro con i prezzi scesi a 565 dollari l’oncia sulla scia del rafforzamento del biglietto verde. Argento sempre prossimo ai massimi dal 1983. Petrolio in battuta e in grado di superare 66 dollari al barile. Va rilevato che le scorte Usa di benzina hanno segnato la più forte flessione dal lontano agosto 2003. A soffiare sul greggio c’è anche il lancio, previsto per lunedì, di un nuovo prodotto finanziario (Etf) sul petrolio che sarà scambiato nelle Borse americane.