L’oro olimpico della maratona minaccia la moglie con il mitra

Minacce di morte alla moglie e detenzione illegale di un fucile mitragliatore. Sono le incriminazioni formulate ieri da un tribunale kenyano nei confronti di Samuel Wanjiru, maratoneta vincitore della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino 2008. Secondo la pubblica accusa il fuoriclasse delle lunghe distanze, che si è dichiarato innocente e successivamente rilasciato su cauzione, avrebbe minacciato di morte la moglie Teresiah con un AK-47 durante una lite nella loro abitazione.