L’oro riaggancia quota 440

La settimana si chiude con la conferma della solidità del trend rialzista dell’oro. Le quotazioni hanno riagganciato quota 440 dollari l’oncia confermandosi sui massimi trimestrali. Il movimento è ispirato dai fondi speculativi che vendono euro e comprano oro, ritenendo il metallo giallo uno strumento di riserva molto più affidabile della traballante moneta unica europea. Fra i metalli di base grande spunto del rame con i prezzi future a 3.376 dollari per tonnellata metrica sulla scia del crollo dell’export di metallo alla Borsa di Shanghai.