L’oro sempre più vicino a quota 700

La settimana si chiude con un nuovo spunto dell’oro. Al fixing londinese, il metallo giallo ha chiuso a 691,40 dollari l’oncia. Si tratta del picco degli ultimi 11 mesi e a solo 34 dollari dal massimo dei 26 anni toccato nel maggio del 2006. In tarda serata, sui mercati futures Usa, l’oncia viaggiava a quota 696 dollari. Il rialzo è favorito dalla debolezza del biglietto verde e dal processo di diversificazione degli asset intrapreso da Pechino. La Cina è oramai il secondo compratore mondiale di oro dietro l’India. Per il petrolio, il future Wti ha superato nuovamente i 63 dollari al barile.