L’oro sfonda i 700 dollari

Nuova fiammata dei metalli preziosi sulla scia delle flessione della valuta Usa. Non c’è solo la correzione verso euro e yen ma soprattutto il nuovo scivolone rispetto allo yuan cinese. Così, l’oro ha segnato 695 dollari l’oncia al fixing di Londra, massimo dei 26 anni. Il metallo giallo ha proseguito la sua corsa sui mercati a termine Usa sfondando quota 700 dollari. Da primato il platino volato oltre 1.235 dollari. Segnali di risveglio tra i metalli di base con il rame in salita.