L’oro soffre il dollaro

Una seduta senza scosse per l’oro che, al fixing londinese, resta inchiodato nell’area di 594 dollari l’oncia. Il metallo giallo soffre l’ottima salute della valuta americana e il ridimensionamento dello scenario inflazionistico su scala globale. Petrolio inchiodato sotto i 60 dollari al barile in attesa delle decisioni dell’Opec. Nel frattempo il Venezuela ha deciso di tagliare la produzione petrolifera giornaliera di 50mila barili. Realizzi su stagno, zinco e nickel.