L’oro sotto il tiro dei ribassisti

Oro impallinato dai ribassisti dopo l’ennesima rimonta del biglietto verde su yen ed euro. Il metallo giallo ha segnato il fixing a 423,75 dollari l’oncia tornando sui minimi delle ultime 4 settimane. Senza scosse la seduta dei metalli non ferrosi con il rame inchiodato a 3.250 dollari per tonnellata metrica nonostante le agitazione sindacali in corso in Cile e in Arizona. Senza sosta la corsa del petrolio spinto dalle notizie dell’arrivo di un uragano sulla Louisiana che potrebbe bloccare l’attività delle raffinerie della zona.