L’oro teme le vendite della Bce

Oro in leggera flessione con il fixing a quota 578,75 dollari l’oncia. Nonostante il ripiegamento del biglietto verde, i compratori si sono tenuti alla larga dal metallo giallo. Gli occhi sono puntati sulla Bce che ha già venduto lunedì scorso 350 tonnellate di oro e potrebbe ripetere l’operazione nei prossimi giorni. Tra i non ferrosi, rame in flessione mentre il nickel è tornato oltre 27mila dollari per tonnellata. Petrolio poco sopra i minimi semestrali.