L’Orsa blocca i treni ma per i passeggeri disagi contenuti

Sono stati abbastanza contenuti i disagi per i passeggeri in stazione Centrale e negli altri scali milanesi per lo sciopero del ferrovieri dell'Orsa e di altre sigle sindacali di base che hanno indetto la giornata di protesta contro il licenziamento di un macchinista della Lsu e per i ritardi delle Ferrovie sulla sicurezza. Dalle 10.30 (lo sciopero è iniziato alle 10 ed è proseguito fino alle 17) alle 12, secondo i dati ufficiali della Stazione Centrale di Milano, sono stati 7 i treni soppressi su 50. Secondo i sindacati comunque l’adesione allo sciopero ha sfiorato il 100% tra i macchinisti e mentre quella dei ferrovieri in esercizio ha oscillato tra il 60% e l'80%. È quanto riferisce l'Orsa a conclusione dell'astensione dal lavoro. L'alta adesione ha provocato soppressioni, per esempio nel trasporto regionale che hanno raggiunto il 95% di Torino P.N. e Genova, al 90% di Milano C.le, all'85% di Verona e Firenze, all'80% di Bologna, al 75% di Roma e Napoli. Le soppressioni sono state più cospicue per quanto riguarda le lunghe percorrenze e pressoché totali per le merci. Dopo le 17 comunque il traffico è ripreso quasi regolare anche se i ritardi si sono protratti fino a tarda sera.