L’Oscar fa volare il western dei fratelli Coen

1) NON È UN PAESE
PER VECCHI (4) 1.231.823
2) JUMPER (0) 1.137.275
3) SWEENEY TODD (2)
768.529
4) JOHN RAMBO (1) 710.750
5) PARLAMI D’AMORE (3)
559.269
6) REC (0) 436.406
7) PROSPETTIVE
DI UN DELITTO (0) 409.184
8) IL MATTINA HA L’ORO
IN BOCCA (0) 365.211
9) CAOS CALMO (5) 228.922
10) PERSEPOLIS (19)
201.892
(I dati, forniti da Cinetel, si riferiscono all’ultimo week-end; i numeri, tra parentesi, indicano la posizione precedente)

Potenza dell’Oscar. Dopo il debutto in sordina di una settimana fa, Non è un paese per vecchi si è preso le sue rivincite conquistando la vetta nella top ten degli incassi cinematografici. Molte le nuove entrate, a cominciare dal secondo posto di Jumper, il film fantascientifico con protagonista un uomo con il potere di teletrasportarsi in giro per il mondo. È finito sesto il discreto REC, la pellicola spagnola horror che si inserisce nel filone di The Blair Witch Project, mentre settimo è l’interessante thriller Prospettive di un delitto di Pete Travis. Debutto all’ottavo posto per Il mattino ha l’oro in bocca ispirato alla vista di Marco Baldini; da rilevare l’entrata in classifica, a distanza di sette giorni, di Persepolis, forte del passaparola tra il pubblico. Fuori dai primi dieci, invece, Rendition di Gavin Hood (dodicesimo) e Fine pena mai con Claudio Santamaria (quindicesimo). Il box office complessivo è calato del 22%.