L’ospedale noleggia le fotocopiatrici e non compra farmaci

La Farmacia è rimasta senza medicine, ma attenzione, trattasi non di farmacia qualsiasi ma dell’Azienda ospedaliera universitaria di Napoli. Ben 382 farmaci, decine dei quali salvavita, sono da tempo esauriti e l’approvvigionamento è stato sollecitato ripetutamente ma, ahimè, con scarsissimi risultati. Nella circolare inviata dal prof. Liberato Berrino ai direttori dei vari dipartimenti dell’ente sanitario, il responsabile ha garantito che la giacenza è zero o al minimo delle scorte.
In buona sostanza, nel Paese degli sprechi e soprattutto nella disastrata sanità campana dove si spendono migliaia di euro per il noleggio di un centinaio di fotocopiatrici, mancano i soldi per acquistare medicinali da erogare ai pazienti che occupano dai 700 agli 800 posti letto. Tra questi ci sono i composti anti emorragia, penicillina, i cell cept per trapiantati e i farmaci necessari in caso di anestesia in sala operatoria.