«L’ospedale di Santa Scolastica di Cassino è pericolosamente vicino al collasso totale»

Il coordinatore regionale di Forza Italia Alfredo Pallone attacca la giunta Marrazzo sulla situazione dell’ospedale di Cassino. «I medici e gli operatori sanitari che lavorano presso l’ospedale di Santa Scolatica - dice Pallone - hanno il diritto di ottenere quelle risposte, fino a oggi disattese dal presidente Marrazzo e dalla sua maggioranza di sinistra. Ne è prova l’evidente imbarazzo con cui il presidente della commissione sanità, Luigi Canali, ha tentato nuovamente di tamponare questa situazione, oramai degenerata, con annunci elettorali e propagandistici con i quali si impegna a risolvere questi problemi, guarda caso, immediatamente dopo le elezioni amministrative per la Provincia di Frosinone». Pallone elenca poi le maggiori emergenze del nosocomio cassinate, dalla «rocambolesca concessione di quattro nuovi medici per il pronto soccorso del Santa Scolastica e quindi l’apertura di sei posti letto di osservazione breve» all’«eclatante assunzione di un medico ortopedico, che avrebbero dovuto scongiurare il blocco dei ricoveri». In verità un operazione cartacea basata sull’accavallamento di ruoli e prestazioni: le deroghe concesse per i quattro medici di pronto soccorsi sono finalizzate per l’apertura ed il finanziamento dell’osservazione breve intensiva presso l’Ospedale di Frosinone, il cui pronto soccorso è già stressato per carenza di personale sia medico che infermieristico. Ciò nonostante e anche a seguito della conversione in primo soccorso del pronto soccorso di Ceccano, si sono aperti alcuni posti letto di osservazione breve senza che questa struttura fosse supportata da infermieri ed ausiliari sufficienti. Il tutto accompagnato dalla promessa di acquisto di prestazioni professionali, se non addirittura dal ricorso all’ esternalizzazione per acquisire le professionalità mancanti. Non si può far crescere la spesa del personale? E allora, con un colpo di bacchetta magica, si dilata la spesa per beni e servizi ovvero di acquisto di prestazioni sanitarie. Che il presidente Canali annunci oggi pubblicamente quanto sia lodevole il personale della Asl di Frosinone, rende ancor più grave l’incapacità con la quale la sinistra ha governato in questi anni. L’infaticabile personale della Asl di Frosinone è già logorato per l’enorme numero di turni che vengono effettuati ed è gravissimo che siano sempre gli stessi operatori a dare prestazioni aggiuntive ben oltre quanto dovuto contrattualmente.