L’ossessione

Consigli per gli 007 più o meno in erba: un bel sedativo e tutto passa. Specie per chi come il falco finiano di Sicilia e membro del Copasir Carmelo Briguglio le «deviazioni» dei servizi, ça va sans dire, ormai le vede ovunque, forse anche alla riunione di condominio. A suggerire caldamente un bel tranquillante al novello Bond della politica italiana è l’ex collega di partito, il tesoriere del Pdl Massimo Corsaro. Che ha fatto le pulci all’ultimissima uscita di Briguglio-Bond a Klauscondicio. La rivelazione di Briguglio, in verità, era una mezza sòla, per dirla alla romana. Il segreto-non segreto, pluri-pubblicato, e da mesi, sui giornali (e sul Giornale per primo) è il seguente: nell’ambito della nuova inchiesta sulla strage di via D’Amelio si indaga anche sul ruolo di un alto dirigente dei servizi segreti. E il dirigente, per ora solo indagato, è tuttora in servizio, come si conviene in un Paese garantista. L’uscita di Briguglio ha scatenato la preoccupazione di Corsaro: «Sei anche tu un agente deviato, Carmelo? O più probabilmente ti serve un sedativo che ti permetta di godere delle meritate vacanze. Sembra quasi che Carmelo si sia tanto immedesimato nelle spy story di cui è appassionato da voler sembrare lui stesso strumento di chi all’estero non vede di buon occhio il nuovo protagonismo internazionale dell’Italia». Insomma, chi di «deviazione» ferisce... di sfottò perisce.