L’sos per gli alberi di via Shelley

L’elenco delle aggressioni al verde in atto (e di quelle future) è lungo. Nel sito www.osservatorioverde.it si scopre anche che al casello autostradale di Nervi, nel nuovo piano del ciclo dei rifiuti, è stata ipotizzata la possibilità di creare un impianto per una fase finale della raccolta differenziata proprio sul bosco di castagni sulle alture di Quarto. Il sito previsto si trova a monte del Rio Bagnara, sotto il quale ancora esiste una architettura unica di tradizione rurale e agricola.
Nell' antica Villa Quartara, poi, la Fondazione Gaslini progetta la realizzazione di una nuova struttura ospedaliera concorrenziale col Gaslini: la «Gaslini 2000». Nello storico parco è prevista la costruzione di svariati metri cubi di cemento per laboratori e servizi pubblici, box auto e miniappartamenti. È una scelta criticata dai sindacati e dal consiglio d'amministrazione dello stesso Gaslini.
Non dimentichiamoci del vivaio Peirano. Progetto 6153/07 depositato in Comune, riguardante la realizzazione di 38 appartamenti e 124 box in Genova, via Somalia 4, in luogo dell'attuale vivaio di Peirano. Richiedente Bagliani Immobiliare (gruppo Messina).
E in ultimo in via del Commercio, ex Fabbrica Aura, è previsto il cambio di destinazione d'uso dell'area dell'ex fabbrica: da area destinata a servizi ad area edificabile. Ora l'edificio è sequestrato perché la proprietà riconduceva a Fiorani dello scandalo Banca Popolare di Lodi/Antonveneta.
C’è infine un
\