L’Udc «Bipolarismo finito, porte aperte al centro per moderati e Onida»

L’Udc milanese si frega le mani pensando alla crisi dei due schieramenti maggiori e al futuro del suo «terzo polo», che appare sempre più probabile. Ci sono sfumature diverse fra i centristi, ma la parola d’ordine è «fine del bipolarismo»: «Registro lo sfaldamento di Pdl e Pd» dice il consigliere regionale Enrico Marcora, che a proposito di un possibile dialogo elettorale col Pdl avverte: «Siamo incompatibili con la demagogia della Lega». Anche a sinistra i paletti sono ben piantati, e altrettanto chiare sono le aperture: «Primarie scorrette - aggiunge - i big hanno sostenuto due candidati, lasciando solo Onida. Ma rappresenta una Milano sanissima, a cui noi guardiamo con grande attenzione». Su una linea simile il coordinatore comunale Pasquale Salvatore: «Fini certifica la fine del bipolarismo, e questo avrà conseguenze anche per le Comunali di Milano, anche se la scelta si farà dopo le primarie».