L’Udc contro la terna: «Azzerare tutto»

Pur nel sostanziale rispetto delle previsioni legislative, il metodo seguito dai vertici della Provincia, Comune e Camera di Commercio per la scelta dei propri candidati alla Presidenza dell'Autorità Portuale di Genova, presenta ben pochi aspetti condivisibili. Si salva solo il metodo seguito dal presidente della Provincia, Alessandro Repetto. L'aver individuato, con criterio monocratico, un europarlamentare che nulla conosce della realtà genovese e ligure da parte del sindaco Vincenzi non pare una scelta particolarmente apprezzabile.
Né si comprende la scelta di un politico «puro», che ha compiuto tutta la sua carriera all'interno delle segreteria dei partiti, da parte del presidente Paolo Odone. Ci saremmo aspettati un'indicazione coerente con la vocazione mercantile ed economica della Camera di Commercio ove le varie categorie avrebbero potuto, anzi dovuto, esprimere una personalità svincolata da partiti politici ed attenta all'economia del territorio in un contesto nazionale ed internazionale. L'unica proposta perseguibile e intelligente è azzerare la situazione. Da parte nostra daremo un contributo fattivo per la scelta di una personalità in grado di assicurare al porto anni di sviluppo.
segretario Udc Genova