L’Udc lancia per Savona la nipote del Nobel

«Alle prossime elezioni provinciali di Savona correremo da soli, alle regionali del 2010 vedremo con chi allearci, in base ai programmi e alla scelta degli uomini». La campagna d'autunno dell'Udc si è aperta ufficialmente ieri con le parole del suo segretario nazionale, Lorenzo Cesa, nella sala Barabino del Teatro della Gioventù, in occasione del convegno: «Dai Comuni all'Europa. Rilanciamo l'impegno dell'Unione di centro in Liguria». Davanti al pubblico delle grandi occasioni e a tutti gli stati generali del partito - il commissario regionale Rosario Monteleone, il segretario provinciale Umberto Calcagno, il capogruppo in Regione Luigi Patrone, il consigliere comunale Vincenzo Lorenzelli - Cesa ha voluto ribadire ancora una volta la posizione dell'Udc nel gioco delle alleanze politiche, in vista delle prossime elezioni amministrative e di quelle europee nel 2009: «Cerchiamo di rafforzare l'area di centro, trovando un punto di convergenza con chi maggiormente condivide le nostre idee, senza preclusioni». Il tutto pensando al congresso nazionale del prossimo autunno, quando il nuovo partito formato dall'Unione di centro, dalla Rosa bianca, dai vari movimenti del mondo cattolico e da altre realtà dovrebbe vedere la luce. Vede lontano anche Rosario Monteleone, scatenato ieri mattina nell'annunciare gli ultimi colpi della campagna acquisti in casa Udc: «Sta crescendo il numero di consiglieri comunali e provinciali che negli ultimi giorni hanno chiesto di aderire al nostro partito, lasciando le altre due coalizioni».
Prima Alfonso Gioia e Daniele Biagioni, ex consiglieri del centrosinistra in Provincia di Genova, poi Alberto Delfino, già consigliere di Forza Italia nella provincia di Savona. Dove l'Udc ha deciso di correre con le proprie gambe «senza delegare nessuno e puntando su un candidato donna che proviene dall'area del centrodestra». Monteleone non fa nomi (ma si sa che sarà Bianca Dulbecco, nipote del premio Nobel), e intanto lancia la sfida al presidente della Provincia savonese Marco Bertolotto, che si è allontanato insieme a tre assessori dal Partito democratico ed è pronto a presentarsi alle prossime elezioni con una sua lista civica. «Bertolotto sta cercando di occupare uno spazio politico che non gli compete», accusa il commissario regionale dell'Udc. Il capogruppo regionale Luigi Patrone specifica che a Savona «correranno due donne, anche con l'appoggio di un'ex consigliere di Forza Italia». E altre sorprese, Rosario Monteleone, preannuncia per il Comune di Genova da qui a pochi mesi: «La frana è già partita, presto raccoglieremo i frutti dell'operazione che stiamo facendo». I nomi? Top secret.