L’Ue chiede chiarimenti sulla rete Telecom, ma l’Agcom non ci sta

Serve un «chiarimento» da parte dell’Autorità per le comunicazioni che arrivi «entro tre settimane», circa gli impegni presi da Telecom Italia sulla rete di accesso con la creazione di Open Access. Lo ha chiesto il commissario europeo alla Società dell’informazione, Viviane Reding. Per il commissario di Agcom, Enzo Savarese, «è poco accettabile che un commissario Ue ci dia tre settimane di tempo per rispondere. Noi rimaniamo fermi sulle nostre posizioni: la notifica degli impegni non è prevista e sarebbe una forzatura». Intanto diversi operatori concorrenti a Telecom preparano il ricorso al Tar per il rialzo del canone unbundling operato martedi dall’Agcom. L’aumento prevede un maggiore esborso per i gestori concorrenti di 0,85 euro al mese a cliente.