L’Ue: «Troppo care le tariffe di terminazione»

Dopo il taglio ai costi di chiamate ed sms dall’estero, Bruxelles sferra un altro colpo agli operatori di telefonia fissa e mobile in nome dei consumatori Ue: basta con le tariffe rapina-clienti, dice la Commissione Ue, che ha intenzione di ridurre entro il 2012 le tariffe di terminazione, ovvero quelle che un operatore fa pagare ad un altro operatore per consentire di terminare una chiamata sulla propria rete. Secondo il commissario Neelie Kroes le tariffe applicate sono sproporzionate, 5 o 6 volte superiori al costo reale. Per la telefonia mobile, le tariffe di terminazione in Europa variano da 2 centesimi di euro al minuto di Cipro a 15 centesimi della Bulgaria, con una media di 8,55 centesimi.