L’Ugl: «La vogliono aprire senza agibilità»

No alla riapertura della Domus Aurea prima che siano completati i lavori di restauro e bonifica. Lo chiede il sindacato Ugl, secondo cui «vogliono aprire al pubblico la Domus Aurea senza prima renderla agibile». A lanciare l’allarme, il dirigente nazionale per i beni culturali del sindacato, Alberto Salatino, che ha scritto una lettera al ministro dei Beni culturali Rutelli in cui chiede anche «che fine hanno fatto i fondi stanziati per il risanamento del sito».