L’Ulivo crea una You-tube sul degrado

«Se il sindaco non va nei quartieri, se non in fotografia, porteremo noi al sindaco i filmati che faremo sui disagi in città». È una sorta di «You tube» su Milano, realizzata dal gruppo dell’Ulivo a Palazzo Marino con la partecipazione dei cittadini, l’iniziativa presentata ieri dai consiglieri dell’Ulivo, Pierfrancesco Majorino, Carmela Rozza e Marco Cormio. Il primo filmato è stato realizzato ai quartieri Stadera e Ponte Lambro. «Presentiamo - ha spiegato Majorino - undici situazioni che descrivono le condizioni di disagio e degrado in città: dalla stazione Centrale ai contratti di quartiere, da Chinatown alla diffusione della droga». Per l’Ulivo sono casi sui quali «la giunta Moratti deve alzare decisamente il tenore delle sue iniziative». L’appello ai cittadini è: «Teniamo d’occhio la città. Troupe di volontari si rechino come abbiamo fatto noi nelle zone calde della città per osservare e denunciare». Segnalazioni possono essere inviate tramite il sito www.ulivoincomune.it.
«Non c’è nulla di originale nelle considerazioni dell’Ulivo - replica il vicesindaco Riccardo De Corato -. È poi risibile che si addebiti a questa amministrazione colpe sul degrado della città, quando invece, grazie a questa maggioranza il problema sta avendo ascolto a livello governativo. Cosa che i sindaci di sinistra, da Veltroni a Cofferati, sanno benissimo».