L’Ulivo: «La legge 40 va cambiata subito»

Roma. «La legge sulla fecondazione medicalmente assistita del governo Berlusconi va profondamente modificata». Lo affermano la senatrice Vittoria Franco e la deputata Katia Zanotti dell’Ulivo che hanno presentato un identico testo nei due rami del Parlamento che riproduce quello sottoscritto dal centrosinistra (primo firmatario Angius) nella passata legislatura. «Abbiamo sempre sostenuto che la legge 40 sulla fecondazione assistita è una legge sbagliata, che di fatto rende inaccessibili e inefficaci le tecniche per le donne e per le coppie con problemi di fertilità - spiegano Vittoria Franco e Katia Zanotti -. Per questo motivo abbiamo ripresentato il testo del centrosinistra della passata legislatura, che prevede la possibilità di accesso alla fecondazione per le coppie portatrici di malattie ereditarie, la diagnosi preimpianto, la salvaguardia della salute delle donne e la fecondazione eterologa».