L’ultima boutade di Scilipoti Dare dell’usuraio al premier

Cosa non si fa per qualche voto in più. La campagna elettorale per le Politiche 2013 è già praticamente iniziata, e chi può cerca i colpi a effetto per finire sui giornali. Uno dei politici più bravi in materia è certamente Domenico Scilipoti detto Mimmo, l’ex dipietrista diventato famoso per aver scaricato l’ex pm Tonino Di Pietro e aver votato la fiducia al governo Berlusconi ormai 18 mesi fa, tanto da essere uno dei politici più odiati e sbeffeggiati a sinistra. Scilipoti da sempre si batte contro lo strapotere delle banche e il cosiddetto «signoraggio bancario»: da qualche mese ha spostato la sua attenzione su Equitalia, tanto che sta raccogliendo le firme a sostegno di una sua proposta di legge sull’impignorabilità della prima ed unica casa. Ieri però ha messo nel mirino proprio il presidente del Consiglio Mario Monti - a cui ha sempre negato il voto di fiducia - accusandolo (con lo striscione nella foto) di essere complice dell’agenzia di riscossione e di essere un «usuraio». Cosa non si fa per qualche voto in più...
Commenti

ammazzalupi

Ven, 01/06/2012 - 23:36

Forse Scilipoti fa tutto questo per qualche voto in più... ma se tutti ci ribellassimo alla "sanguisuga usuraia", come incita a fare Scilipoti, ci troveremmo con qualche centesimo di più in tasca e qualche crampo in meno allo stomaco. Quando la finiremo, noi italiani, di essere fratricidi e pecoroni???