L’ultima fuga di Pavesi, olimpionico ultracentenario

Lutto nello sport italiano. Si è spento a Buenos Aires all’età di 100 anni Attilio Pavesi, due volte campione olimpico del ciclismo a Los Angeles 1932, dove dominò la 100 km su strada individuale e a squadre con Giuseppe Olmo e Guglielmo Segato. Nato a Caorso, vicino Piacenza, il 1° ottobre 1910, il corridore ultracentenario è stato fino ad oggi la medaglia d’oro olimpica dello sport italiano più longeva. Nel 1937 raggiunse l’Argentina per disputare la Sei Giorni di Buenos Aires. Al momento di tornare in Italia, anche a causa dei venti di guerra che ormai soffiavano molto forte, non si trovò un posto sulle navi e lui decise di rimanere lì. Si stabilì a Sàenz Pena e lì aprì un negozio di biciclette occupandosi anche di organizzare gare.