L’ultima idea di Brown: terapie di classe per studenti depressi

LondraIn Gran Bretagna la depressione si cura in classe e con i fondi del governo. Circa 7mila studenti inglesi di Bath, Bristol, Nottingham e Swindon verranno coinvolti nel progetto sperimentale finanziato dall'esecutivo Brown per un milione di sterline per combattere e prevenire il male di vivere. I ricercatori che si occupano dell'iniziativa sperano così di poter aiutare quel 20% di adolescenti che risultano essere ad alto rischio per quanto riguarda questa patologia. L'intera classe prenderà parte in modo attivo alle sessioni sperimentali che sono strutturate per insegnare come affrontare l'insorgere di sentimenti negativi. L'obiettivo principale rimane comunque la prevenzione della depressione ancor prima della sua cura. Il programma sperimentale è fondamentalmente basato sulla terapia comportamentale che aiuta il soggetto ad individuare e in seguito a modificare pensieri ed azioni che sono causa di problemi emotivi. Agli studenti che parteciperanno al corso verrà chiesto di compilare un breve questionario che definisca il loro stato d'animo ed evidenzi eventuali segnali di depressione prima dell'inizio del corso, dopo sei mesi e nuovamente a distanza di un anno. Il progetto, basato su uno schema australiano, dovrebbe insegnare ai ragazzi come mantenersi calmi, risolvere i problemi, affrontare le emozioni spiacevoli e osservare le cose da punti di vista differenti dal proprio. I risultati finali delle classi «in terapia» verranno poi messi a confronto con quelli di altre classi «normali». EOr