L’ultima idea di Obama: Hillary Clinton segretario di Stato

Potrebbe essere Hillary Clinton il segretario di Stato del presidente americano appena eletto, Barack Obama. L’indiscrezione è stata pubblicata dal Washington Post. Secondo fonti vicine al nuovo Presidente, proprio la Clinton avrebbe più possibilità degli altri possibili candidati: John Kerry, Bill Richardson e Chiuck Hagel. Obama ha comunque tempo per decidere sino al 20 gennaio, quando si insedierà alla Casa Bianca.
Intanto, con il mandato ormai agli sgoccioli, George W. Bush deve digerire le critiche del capo di turno dell’Unione europea e presidente francese Nicolas Sarkozy. L’inquilino dell’Eliseo ha rivendicato ieri il merito di aver fermato il conflitto russo-georgiano. «Quando è stato necessario partire per Mosca e per Tbilisi, chi ha difeso i diritti dell’uomo?» ha detto Sarkozy. «È il presidente degli Usa che ha detto “è inammissibile”? Oppure è la Francia che ha mantenuto il dialogo con Putin, Medvedev e Saakashvili?. Ricordo l’appello del presidente americano alla vigilia della nostra partenza per Mosca: “Non ci andare, quelli vogliono arrivare a Tbilisi, Non andarci”. Noi siamo andati e, guarda caso, quando eravamo là, è stato annunciato il cessate-il-fuoco». Il riferimento è al viaggio di Sarkozy del 12 agosto. Sarkozy ieri ha ricevuto a Parigi il presidente georgiano Mikhail Saakashvili, che ha chiesto di «guardare ai principi» e non cedere alla «realpolitik». La presidenza francese ha sottolineato il fatto che Sarkozy ha voluto incontrare Saakashvili «alla vigilia del summit con la Russia» di oggi a Nizza, fatto che «mostra che la Francia e l’Europa restano solidali con la Georgia e impegnati al suo fianco».