L’ultimo mistero: si cerca un quarto uomo

nostro inviato a Perugia

È caccia al quarto uomo, inseguito a tarda notte fin dentro la discoteca Le Chic. L’attenzione della polizia improvvisamente si concentra nel locale cool di Perugia, a due passi dall’università, a ridosso del tribunale. Ieri è stato perquisito a fondo - ufficialmente - alla ricerca di riscontri alle versioni di Amanda e Raffaele. Nel ritrovo dei giovani universitari gestito da Diya Lumumba detto Patrick, gli inquirenti starebbero però cercando ben altro (anche se sul punto arrivano solo indiscrezioni ufficiose): indicazioni e prove su una persona insospettabile, uno che Meredith avrebbe conosciuto nelle lunghe serate passate al locale dove lavorava saltuariamente. Forse un musicista, probabilmente un extracomunitario, amico di tutti e tre gli arrestati. Chissà che non c’entri anche lui col delitto. Dalla Scientifica intanto arrivano ulteriori conferme sull’impronta nel sangue in camera da letto che sarebbe compatibile con la scarpa da ginnastica indossata da Raffaele. Conferme, in senso inverso, sull’assenza di tracce ematiche nei piani bassi della villa: le orme sarebbero infatti di natura animale, forse di gatto. Come nella stramaledetta villetta di Cogne. I tre ragazzi, questa mattina, saranno interrogati per la convalida del fermo dal gip Claudia Mattini. Tre le ipotesi per un delitto ancora oscuro. La prima: Amanda Marie Knox racconta che quella sera era arrivata nell’appartamento in compagnia di Patrick. Che lei era rimasta in camera sua e che Patrick si era spostato nella stanza di Meredith per convincerla a concedersi. L’americanina racconta di aver sentito, poco dopo, urlare di terrore e di dolore la compagna, ma di non essere intervenuta per timore della reazione di Patrick. Lei lo avrebbe solo aiutato a «inquinare» le prove. Raffaele conosce la verità, ma per amore di lei, le sorregge l’alibi. Seconda ipotesi. Dopo Amanda e Patrick, a casa arriva Raffaele Sollecito. L’ambiente si surriscalda. Amanda ammette: «Quella sera, volevamo divertirci un po’». Si scatena un gioco erotico. Ma Mez si ribella. I tre, tra i fumi di alcol e hashish, perdono il controllo. Lei si ribella, uno dei tre afferra una lama e tenta di sgozzarla. Le provoca prima due ferite al collo, la terza è letale. Terza ipotesi: Patrick e Mez si frequentano da pochi giorni. Lei anzi vorrebbe trovare un lavoro per gestirsi meglio. Meredith, alla fine, si concede. Patrick se ne va a casa dalla moglie. Nell'altra stanza sono pronti Amanda e Raffaele. Invitano Mez a unirsi a loro. Lei rifiuta sdegnosamente. E loro la uccidono. (ha collaborato )