L’ultimo mito della sinistra chic è uno sceicco

Quanti strani compagni di letto ha cambiato la sinistra italiana nella ricerca di partner da imbarcare per la crociata anti-Berlusconi. L’ultimo in ordine di tempo si chiama Abu Dhabi Khalifa bin Zayed bin Sultan Al Nahayan, lo sceicco regnante su Abu Dhabi. E che c’entra un uomo ricchissimo, un re, con i compagni nostrani? Ben poco, ma i paladini dei lavoratori non hanno mai disdegnato i ricchissimi, se questi possono mettere i bastoni tra le ruote a Silvio (ricordate un certo Rupert Murdoch?). Comunque basta il fatto che lo Sceicco abbia espresso interesse all’acquisto di Villa Certosa, la residenza sarda del premier, per farne un eroe della resistenza antiberlusconiana. Perché se la villa cambiasse di proprietà «finirebbe - scriveva ieri l’Unità - la cortina del segreto si Stato che avvolge l’eremo privato di Berlusconi e grazie al quale sono stati coperti una serie di abusi».