L’ultimo saluto della città all’ex sindaco Aniasi

Roberto Bonizzi

Cordoglio e commozione per l’ultimo saluto ad Aldo Aniasi. Oggi alle 15 sarà il sindaco di Milano, Gabriele Albertini, ad aprire ufficialmente la camera ardente con le spoglie dell’ex primo cittadino milanese ed ex capo partigiano, morto sabato all’età di 84 anni. Il luogo prescelto è la sala Alessi a Palazzo Marino, in ricordo dei nove anni (dal 1967 al ’76) trascorsi a capo della città. La camera ardente resterà aperta fino alle 20 di questa sera. Quindi, domani mattina alle 8, la sala Alessi sarà a disposizione ancora per qualche ora per tutti i milanesi che vorranno rendere omaggio al «comandante Iso», uno dei politici più amati dai milanesi negli ultimi decenni.
Alle 11, poi, il corpo dell’ex sindaco sarà trasportato al cimitero di Lambrate, dopo una breve cerimonia, con l’ultimo saluto alla salma grazie all’intervento di Ettore Carimelli, ex compagno partigiano di Aniasi nelle valli dell’Ossola, tra le file delle brigate Garibaldi. A Lambrate, in forma privata, si svolgerà la cremazione della salma, quindi toccherà ai familiari decidere dove tumulare le ceneri del sindaco degli anni di piombo.
Durante la cerimonia per l’ultimo saluto all’ex primo cittadino a Palazzo Marino è previsto anche l’intervento di Albertini, che manifesterà il cordoglio di tutta la città. E nei locali del circolo De Amicis, al civico 21, gli amici del «comandante Iso» stanno organizzando la partecipazione alla veglia nella camera ardente in sala Alessi. Durante la serata saranno lette le molte testimonianze di cordoglio che stanno arrivando dal mondo politico, della cultura e delle associazioni. Al funerale parteciperanno sicuramente molti ex compagni di partito di Aniasi, iscritto prima nel Psi e successivamente nei Ds. Non mancheranno nemmeno le dimostrazioni di affetto e di vicinanza delle associazioni partigiane di tutta Italia. Il «comandante Iso» era infatti presidente della Fiap, la federazione delle associazioni dei partigiani.