L’ultimo schiaffo di Giovanna alla Liguria che l’ha sopportata

La paracadutata non ha ancora toccato terra. Giovanna Melandri gioisce perché «il Pd si conferma primo partito della Regione». Ma buon per lei che resta lassù, tra le nuvole. Perché chi è abituato a vivere terra terra, da queste parti, non l’accoglierebbe a braccia aperte. Soprattutto dopo l’ultimo schiaffo dato ieri alla Liguria. Ci avevano provato a convincerla. A Genova e dintorni la sconfitta brucia da matti, alla Spezia ancora di più. Dopo averla provocata imponendosi come capolista, la fu ministra avrebbe avuto l’opportunità di renderla meno insopportabile senza neppure fare chissà quale sacrificio. Optando per il Lazio dove era quarta in lista e lasciando in Liguria il posto a Lorenzo Forcieri, mica uno qualsiasi. Un compagno di razza, (...)