L’ultrasinistra picchia ancora, tre feriti Alemanno: «Presenterò un libro bianco»

Marcello Viaggio

Un’aggressione al giorno. Ormai l’ala dura della sinistra estrema non perde un colpo. Anzi le botte, gli insulti e le minacce sono diventate il messaggio politico preferito che spedisce agli avversari. L’ultimo episodio è di giovedì notte. Tre giovani, due ragazzi e una ragazza, del circolo di An Marconi sono stati aggrediti a bastonate da quattro persone col casco mentre stavano affiggendo manifesti a piazza della Radio per la manifestazione sulle Foibe. I ragazzi, colpiti alla testa ed alle braccia, sono finiti all'ospedale San Camillo. La ragazza è riuscita a scappare e chiamare i soccorsi.
«E’ l’ennesima, vile aggressione - stigmatizza il candidato sindaco di Roma per An, Gianni Alemanno - e la sinistra continua a rimanere inerte di fronte a questa escalation di violenza. Simili drammatici fatti rappresentano minacce per la democrazia, ancora più pericolose se si considera la preoccupante inerzia dell’amministrazione comunale alla quale più volte è stato richiesto di adottare delle misure decise nei confronti di questi elementi violenti».
«Dopo il susseguirsi dei gravi atti di violenza che rischiano di segnare negativamente la campagna elettorale a Roma, ho telefonato al capo della Polizia e chiesto un incontro con il questore di Roma per presentargli un Libro Bianco sugli atti di violenza dell’ultrasinistra - ha dichiarato Alemanno - Le radici di questi comportamenti violenti sono antiche e sistematiche. Partono da molti centri sociali che sono covo di estremisti di sinistra, è incredibile che il Comune continui a tollerare che molte sue proprietà vengano usate per attività politica dai chiari contenuti antidemocratici».
Marconi è il teatro privilegiato di molte scorribande. Nella zona è attivo il centro sociale Acrobax. Poco lontano La Strada, nonché Corto Circuito e Spartaco. Sedi legate alla sinistra antagonista di D’Erme e Lutrario. Mercoledì sera altri tre giovani di An sono stati aggrediti mentre si trovavano alla Garbatella. «Sono stati raggiunti da estremisti di sinistra nei pressi del centro sociale La Strada e colpiti con spranghe e catene - denuncia il presidente romano di An, Vincenzo Piso - Si è sfiorata la tragedia, i tre sono finiti all’ospedale e i responsabili continuano a girare impunemente per la città».