L’umore nero degli elettori per le divisioni degli azzurri a Tursi

(...) a chiedere una maggiore coesione. Anche le parole del politologo di Forza Italia hanno finito per dividere i pareri tra quanti vorrebbero una maggior inflessibilità del partito, un intervento dei vertici sui consiglieri comunali, e quanti difendono gli stessi esponenti dalle critiche. Tutte osservazioni comunque mirate sempre a migliorare una situazione che, proprio in vista dell’unificazione dei partiti nel Pdl, risulta ancora più stonata a quanti hanno sostenuto il centrodestra e non riescono proprio a trovare motivi di sostegno alle scelte di Marta Vincenzi.
Se la tirata d’orecchie ai consiglieri indisciplinati finora è arrivata «solo» sotto forma di intervista, i cittadini cercano di far sentire forte la loro opinione. Il «7 in condotta» rifilato da don Gianni alla squadra azzurra a Tursi viene ribadito insomma dai genovesi, che al massimo vorrebbero estenderlo ad altri protagonisti della vita politica. In questa pagina riportiamo i primi interventi su quello che ormai è diventato un dibattito aperto. Come la crisi di minoranza.