L’Unione divisa paralizza la Regione

«Blocco delle assunzioni, taglio degli straordinari e delle indennità del personale, riduzione dei posti letto ospedalieri. Più che misure per il rientro del deficit sanitario sembra una dichiarazione di guerra contro i lavoratori del comparto e contro i cittadini del Lazio». Alfredo Pallone, capogruppo di Forza Italia alla Regione, si scaglia contro la giunta Marrazzo. Intanto il centrosinistra è dilaniato al suo interno e continua a rinviare ogni decisione. Ieri, alla Pisana, altra seduta consiliare saltata. L’opposizione protesta e minaccia di occupare l’aula del consiglio: «Così non si può più andare avanti».