L’Unione si sfiducia: cade anche Arenzano

Diego Pistacchi

E ora Arenzano. Dopo Rapallo che aspetta una nuova primavera. Dopo Sanremo che si è data i 15 giorni per vedere se qualche avversario vuole fare un favore al sindaco. Dopo Ceranesi che sta in piedi con i voti dell’opposizione. Dopo Chiavari che si è ridotta a fare l’appello della maggioranza dopo aver consultato l’infermeria sperando che sia vuota. E dopo Savona che trema in Provincia e in Comune. Ora, anzi ieri, Arenzano. (...)