L’uomo che governa da quarant’anni

Muammar Gheddafi, nato a Sirte il 7 giugno 1942, è un politico libico. All'età di sei anni perse due suoi cugini e rimase ferito ad un braccio a causa dell'esplosione di una mina italiana risalente al periodo coloniale. Nel 1968 si iscrisse all'Accademia militare di Bengasi. Diventò capitano dell'esercito all'età di 27 anni. Insoddisfatto del governo guidato dal re Idris I, giudicato troppo servile nei confronti di Usa e Francia, il 26 agosto del 1969 guidò un colpo di Stato contro il sovrano, che portò il 1º settembre dello stesso anno alla proclamazione della Repubblica. Gheddafi, che nel frattempo era stato nominato colonnello, si mise a capo del Consiglio composto da militari. Di fatto è la massima autorità del Paese, pur non avendo alcun incarico ufficiale e fregiandosi soltanto del titolo onorifico di Guida della Rivoluzione.